Immaginare il futuro con l’arte


Nome organizzazione: Mus-e Italia Onlus (Genova)
Ambito d'intervento: Educazione e supporto psicologico
Beneficiari: 5 classi di 2 scuole primarie (=125 bambini e 10 insegnanti)
Obiettivo del progetto: Valorizzare l’arte in qualità di strumento formativo e veicolo di messaggi positivi
Cifra erogata: 9.740 euro

Laboratori artistici per dotare i bambini di nuovi strumenti di pensiero ed espressione

Come affrontare le esperienze quotidiane, specialmente quella particolarmente intensa e sconvolgente della pandemia? La risposta della Onlus genovese Mus-e Italia identifica un mezzo in particolare per ripensare ogni esperienza, rielaborarla, trasformarla e quindi affrontarla: l’arte.

In 2 scuole primarie della città di Verona che sorgono in realtà sociali ad alta marginalità e presentano situazioni di povertà educativa diffusa, Mus-e dedica a bambini e docenti un programma di laboratori condotti da artisti professionisti, per valorizzare la bellezza come veicolo di messaggi positivi e strumento formativo.

Il progetto è articolato in 18 incontri a cadenza settimanale secondo 5 percorsi per ogni classe, ciascuno dei quali tratterà due discipline artistiche (teatro, danza, musica…) focalizzandosi sulla rielaborazione del vissuto durante il lockdown e la sospensione delle lezioni in presenza nel precedente 2020/2021.

Il suo obiettivo è molteplice, perché punta a offrire agli utenti:

  • arricchimento educativo, indispensabile per tutti quei bambini per cui la scuola è l’unica esperienza di formazione e crescita;
  • educazione alla bellezza per imparare a utilizzare usare l’arte come veicolo di valori positivi (coesione, inclusione, pace…);
  • resilienza: fornire gli strumenti per affrontare sfide e difficoltà e usarle come opportunità di crescita, fino a rafforzare competenze trasversali quali autostima e problem solving.