Reale o virtuale, fare il bullo non vale

Nome organizzazione: Zefiro7 (Verona)
Ambito d'intervento: Assistenza sociale e socio-sanitaria, educazione, formazione
Beneficiari: Bambini, ragazzi, docenti e genitori delle scuole elementari, medie e superiori veronesi
Obiettivo del progetto: Sensibilizzare ragazzi e adulti per individuare una strategia preventiva anti-bullismo in rete
Cifra erogata: 10.000 euro

Sensibilizzazione per adulti e ragazzi contro il cyberbullismo

Secondo recenti ricerche, ben i 2/3 dei minori italiani riconoscono nel cyberbullismo la principale minaccia nella quotidianità, mentre la percentuale di insegnanti che riceve la richiesta d’aiuto di una vittima e può quindi intervenire cresce positivamente quando viene effettuata una formazione specifica su questo tema.

Sulla base di questi dati l’associazione Zefiro7 si propone di attuare, nell’anno scolastico 2017/2018, interventi in vari istituti veronesi volti a coinvolgere il maggior numero possibile di alunni e docenti dalle scuole elementari alle superiori.

Il progetto comprende un piano di sensibilizzazione per acquisire competenze nella gestione del cyberbullismo e dipendenza da internet, a partire dalla formazione degli adulti (docenti e genitori) a contatto con i ragazzi.

Il progetto “Reale o virtuale, fare il bullo non vale” ha l’obiettivo di aumentare la consapevolezza all’uso di internet riducendo l’impatto del fenomeno con l’attivazione di programmi di intervento di tipo preventivo, attraverso una serie di incontri previsti nella Scuola primaria (8 classi), nelle classi Medie Inferiori (7 classi) e Medie Superiori (12 classi) in città e provincia di Verona.