Buone vibrAzioni

Nome organizzazione: Associazione Bianca nel Cuore Onlus (San Bonifacio – VR)
Ambito d'intervento: Assistenza sociale e socio-sanitaria
Beneficiari: Circa 30 persone con disabilità cronica (20 in età evolutiva e 10 in età senile)
Obiettivo del progetto: Permettere ai disabili cronici di accedere a un supporto terapeutico esclusivo
Cifra erogata: 15.000 euro

Tecnologia all'avanguardia accessibile ai disabili cronici

Un’apparecchiatura all’avanguardia denominata “Vibra Plus” utile in caso di spasticità (disturbo conseguente a numerose malattie del sistema nervoso o del midollo spinale) ma anche contro la perdita fisiologica di massa muscolare tipica degli anziani: questa risorsa esclusiva è disponibile presso lo spazio riabilitativo BiSogni Speciali gestito da Associazione Bianca nel Cuore Onlus in provincia di Verona.

Il trattamento con vibrazioni viene inserito in un più ampio protocollo di intervento riabilitativo che si avvale della collaborazione di personale medico-sanitario e prevede visita specialistiche e colloqui di counselling: con il progetto “Buone vibrAzioni”, Bianca nel Cuore Onlus offre un servizio riabilitativo con carattere di unicità nel territorio senza gravare sul Servizio Sanitario Nazionale.

Difficilmente infatti chi è affetto da disabilità severa e cronica trova una presa in carico totale da parte del SSN: così i costi per attività indispensabili (fisioterapia, psicomotricità etc.) spesso frenano il ricorso alle cure, aggravando una situazione già compromessa. Per questo il progetto si prefigge il mantenimento di un costo sociale per le terapie offerte per arginarne il più possibile l’impatto economico, che spesso va a scapito proprio della salute, attraverso la messa a disposizione di terapisti qualificati e attrezzature e metodologie all’avanguardia.

A beneficiarne saranno 20 bambini e ragazzi con disabilità cronica e 10 anziani con gravi patologie: l’assistenza a queste categorie svantaggiate permetterà di generare un valore aggiunto che ricade nella vita quotidiana non solo dei disabili, ma della società in genere.