Sarai grande e forte

Nome organizzazione: Fondazione NeoMed Onlus
Ambito d’intervento: Ricerca Scientifica
Realtà partner: Istituto di Ricerca Pediatrica “Città della Speranza” di Padova
Beneficiari: Circa 6.000 bambini all’anno
Obiettivo del progetto: Ricerca sulle complicazioni neurologiche e polmonari spesso conseguenti ad un intervento al cuore
Cifra erogata: 300.000 euro

Nel 2016, l’impegno di Fondazione Just Italia porta il nome di un augurio più che mai vivo e concreto: “Sarai grande e forte”. Così si chiama l’iniziativa di solidarietà che ci vede al fianco di Fondazione NeoMed in un’importante ricerca scientifica dedicata a tantissimi bambini: tutti quei piccoli che, dopo un’operazione al cuore, sono esposti a gravi rischi di natura neurologica e polmonare.

L’incidenza di questi rischi è notevole: circa 6.000 bambini all’anno (potenzialmente l’1% di tutti i nati solo in Italia) nascono con una cardiopatia congenita. Tra loro, quasi la metà (dal 30 al 50%, fino a 3.000 bambini all’anno) può essere colpita da deficit neurologici a medio-lungo termine o da insufficienza respiratoria. Le cause non sono del tutto note: sembra che, in percentuali variabili, i fattori di rischio possano essere precedenti all’operazione chirurgica (ad esempio fattori genetici), o collegati ad essa, come la tecnica chirurgica o l’anestesia, o successivi all’operazione: indagarle è l’impegno di Fondazione NeoMed reso finalmente possibile dal nostro appoggio.



La Fondazione, nata nel 2002 ad Ancona, si occupa di finanziare progetti di ricerca negli ambiti neonatale e pediatrico: gli argomenti di ricerca finanziati sono collegati ai neonati, a termine e prematuri, specialmente nell’ambito della fisiologia respiratoria, della nutrizione e dei biomarcatori.

Il progetto che NeoMed dedica ai piccoli operati al cuore ha una durata di 3 anni e ha coinvolto con grande partecipazione tutte le persone vicine a Fondazione Just Italia, ottenendo anche il plauso di AIRIcerca che ci affianca nella valutazione delle candidature. La ricerca si svolge principalmente al Policlinico Universitario di Padova e presso l’Istituto di Ricerca Pediatrica “Città della Speranza”: un campione di circa 100 bambini da 0 a 5 anni permette all’équipe di NeoMed di integrare lo studio dei dati clinici, del dosaggio dei biomarcatori, della valutazione neurologica e della funzionalità polmonare, per capire la correlazione tra l’operazione e i possibili danni. Ciò che emergerà da questa ricerca consentirà di individuare le situazioni più a rischio e intervenire in tempo utile per scongiurare queste complicazioni, a volte più preoccupanti della cardiopatia stessa. Il successo della ricerca potrà permettere, inoltre, l’applicazione delle stesse tecniche e conoscenze anche ad altre patologie che colpiscono i bambini e coinvolgono il loro sistema neurologico e polmonare.

Nella primavera 2016 abbiamo accompagnato le famiglie nella volontà di offrire a questi piccoli, già segnati da tanti problemi di salute, l’opportunità di lasciarsi finalmente alle spalle l’ospedale. L'abbiamo fatto rivolgendo ad incaricati e Clienti Just il nostro invito ad agire insieme: anche quest’anno una straordinaria Vendita Speciale Just , destinando parte del ricavato alla ricerca di NeoMed fino a raggiungere la cifra di 300.000 euro, ha potuto rendere concreto l’augurio di vedere crescere grandi e forti tanti bambini.


«Questo studio sarà fondamentale per capire come questi bimbi possono superare l’intervento chirurgico senza nessun problema, tornare a casa e svolgere una vita completamente normale».


Prof. Virgilio Carnielli, Presidente NeoMed

Il futuro è garantito

Negli ultimi anni si è andata affinando la tecnica chirurgica che ha ridotto la mortalità legata alle cardiopatie congenite infantili, e oggi è possibile indagare anche gli effetti più subdoli ed a lungo termine potenzialmente connessi alle operazioni. Il progetto di Fondazione NeoMed vuole misurare i marcatori di danno neurologico e polmonare da poter poi confrontare con parametri e modalità chirurgiche ed in questo modo predire il rischio di danni, con il fine di riuscire a ridurli al minimo con terapie efficaci ed interventi mirati: così potremo rendere davvero adeguata la qualità della vita a lungo termine dei bambini e delle loro famiglie, concretizzando l’augurio “Sarai grande e forte”.


I risultati del progetto

Il progetto è stato disegnato nella sua forma definitiva con il coinvolgimento di cardiochirurghi, ricercatori e neurologi e stato approvato dal comitato etico ed è partito nel mese di marzo 2016: oltre al coinvolgimento di persone già presenti nel database di NeoMed, sono stati reclutati circa 40 pazienti, da cui sono stati raccolti campioni soggetti ad analisi di laboratorio dei biomarcatori di danno cerebrale e polmonare.
Dopo una prima analisi statistica, è stato già possibile pubblicare due articoli su prestigiose riviste scientifiche con alcune preliminari conclusioni.
Il progetto prosegue dunque nel reclutamento dei pazienti, con le analisi di laboratorio e il follow-up neurologico per la verifica dell'ipotesi secondo cui effettivamente le variazioni nei biomarcatori misurati “predicono” dei danni effettivi al bambino.
I risultati a venire continueranno quindi a essere progressivamente pubblicati in articoli scientifici e saranno poi presentati a congressi scientifici internazionale già a partire dal 2017: risultati significativi potranno fornire un importante aiuto per il disegno di studi simili con una popolazione e obiettivi più ampi.